Il Libro

 

  

Richiedi il Libro
Punti Vendita

Cerca sul sito

Orari

Orario Invernale
(ora solare)
Lunedì
Martedì
Mercoled
ì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
08:00 - 17:00
08:00 - 17:00
08:00 - 17:00
08:00 - 17:00
08:00 - 17:00
08:00 - 17:00
08:00 - 17:00
Orario Estivo
(ora legale)
Lunedì
Martedì
Mercoled
ì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
08:00 - 18:00
08:00 - 18:00
08:00 - 18:00
08:00 - 18:00
08:00 - 18:00
08:00 - 18:00
08:00 - 18:00

       

30 - Scultura PDF Stampa

 

 

Campo I, lato est

 

Sepolcro della giovane Lelia Malfatti (1888-1909) " Statua in marmo (1909): angioletto che sparge fiori sul sepolcro sopra il quale è scolpito un piccolo arco con freccia e porge un fiore alla bella fotografia della commemorata


Autori: Francesco Luporini (disegno), Augusto Zucchetti (esecuzione) (fonte giornalistica)

 





Il delicato monumento alla giovane Lelia Malfatti è così descritto dal giornalista e scrittore Enrico Sisco sul settimanale "Il Libeccio" del 12 novembre 1910: "Un amorino, poggiato al cippo su cui sta inciso il nome dell'artista, ha gettato la sua faretra con gli strali, insieme a un fascio di fiori, sopra il marmo che cuopre la cripta, quasi a simboleggiare la morte dell'amore in una a quella dell'infelice fanciulla caduta sul fiore degli anni, e la cui greca bellezza che ammirasi in un ritratto, è in armonia con l'altra del suo bello e gentile monumento (...) Il disegno è del giovane nostro concittadino Francesco Luporini fu Egidio, e la scultura dello Zucchetti di Seravezza". Il nome dell'artista (identificabile in Augusto Zucchetti, in realtà  nato e attivo a Pietrasanta) inciso sul cippo oggi non è più leggibile.

 

<< torna indietro